logo sx

EsevDasa2015 144px

  • Home
  • News
  • News
  • Emergenza Coronavirus - indicazioni operatività cantieri

Emergenza Coronavirus - indicazioni operatività cantieri

Il DPCM 22 marzo 2020, pubblicato domenica sera in Gazzetta Ufficiale, ha introdotto ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, sospendendo tutte le attività produttive industriali e commerciali, ad eccezione di quelle indicate nell’ALLEGATO 1 del Decreto (qui il quadro aggiornato).

Per l'edilizia ecco un breve schema dei codici ATECO di interesse del settore con l’indicazione delle attività sospese e non (qui il quadro completo con la specifica).

CODICE ATECO CONTEMPLATO NELLE ATTIVITÀ CONSENTITE
41 COSTRUZIONE DI EDIFICI NO
42 INGEGNERIA CIVILE
42.2 COSTRUZIONE DI OPERE DI PUBBLICA UTILITÀ
42.9 COSTRUZIONE DI ALTRE OPERE DI INGEGNERIA CIVILE
(tranne 42.91, 42.99.09 e 42.99.10)
43.2 INSTALLAZIONE DI IMPIANTI ELETTRICI, IDRAULICI ED ALTRI LAVORI DI COSTRUZIONE E INSTALLAZIONE

(Ulteriori approfondimenti nella continuazione dell'articolo)

La disposizione di sospensione dal 23 marzo fino al 3 aprile di tutte le attività produttive, contenuta all’articolo 1 lettera a) del DPCM, non si applica alle attività i cui codici Ateco sono riportati nell’Allegato 1 al DPCMTra di esse, vengono ricomprese quelle riferite aiCodice ATECO 42 (ingegneria civile), 43.2 (Installazione di impianti elettrici, idraulici ed altri lavori di costruzione ed installazione) e 94 (Attività di organizzazioni associative). Tra le attività non sospese anche quelle relative alla raccolta trattamento e smaltimento rifiuti, comprese quelle delle costruzioni (comprese nel codice ATECO 38). 


Con l’articolo 1 lettera d) restano consentite tutte le attività FUNZIONALI ad assicurare la continuità delle filiere delle attività di cui all’allegato 1.

Con l’articolo 1 lettera e) sono comunque consentite le attività che erogano servizi essenziali e di pubblica utilità di cui alla legge 146/90.

Per le attività sospese, le imprese hanno fino al 25 marzo per completare le attività necessarie alla sospensione.

Si ricorda la necessità di rispettare quanto indicato nel protocollo di regolamentazione per il contenimento della diffusione del Covid – 19 nei cantieri edili condiviso giovedì sera tra ANCE, Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Anas S.p.A., RFI, Feneal Uil, Filca – CISL e Fillea CGIL.

Per qualsiasi chiarimento contattare Ance Verona al numero 045-594764 e 045-8002516

Cassa Edile Verona
Ance Verona
Feneal UIL
FIlca CISL
CGIL Fillea
Fondazione Edilscuola